Recensione Manfrotto Be Free

 

Nel precedente articolo vi ho parlato della necessità di avere un treppiede da viaggio piccolo ma allo stesso tempo affidabile, e del conseguente acquisto del Cullman Nanomax 230T CB6.1 fatto circa un anno fa. Oggi vi voglio parlare di un acquisto più recente. Sempre di treppiede da viaggio si tratta, ma stavolta le caratteristiche sono diverse.

Si tratta del Manfrotto Be Free, un rivoluzionario treppiede che riesce a coniugare solidità, peso ridotto ed ottima trasportabilità.

CARATTERISTICHE TECNICHE

 

Altezza minima   34 cm
 Altezza massima (senza colonna)   123 cm
 Altezza massima (colonna estesa)   144 cm
 Portata   4 kg
 Sezioni gambe   4
 Diametro tubi gambe   22.5 mm, 19 mm, 15.5 mm, 12 mm
 Lunghezza (chiuso)   40 cm
 Peso   1.45 kg
 Materiale   Alluminio
 Testa del treppiede   Intercambiabile, in dotazione


Questo treppiede da chiuso misura appena 40 cm ed entra comodamente in una piccola tracolla in dotazione. Le dimensioni ridotte sono possibili grazie al sistema che consente alle gambe di ruotare di 180°, includendo nella chiusura anche l’asta centrale e la testa a sfera. L’altezza massima, compresa l’asta centrale, è di 144 cm, molto comoda. Il tutto per un peso complessivo di kg 1.4 ed una portata di 4 kg, che lo rendono ideale sia per una intensa giornata di escursione, sia per un viaggio in cui dobbiamo centellinare ogni grammo che ci portiamo  in valigia!

PRESTAZIONI

Provengo da un Manfrotto 190 XproB con testa a tre comandi  804 RC2  e sinceramente la mia preoccupazione maggiore riguardava la gestione della testa a sfera del Be Free. Devo ammettere che una volta superato l’impatto iniziale la trovo molto comoda, pratica e soprattutto veloce. La testa a 3 comandi aveva dalla sua sicuramente una maggiore precisione, oltre alla bolla che era molto utile per mettere la fotocamera perfettamente diritta. la testa a sfera del Be Free non ha la bolla, ma entrambe le fotocamere che utilizzo (Canon EOS 6D e Fuji X E1) hanno la livella elettronica. Quindi riuscire a mettere la fotocamera allineata con l’orizzonte non è un problema. Inoltre con un singolo movimento si riesce a fare tutto e in maniera rapida, cosa impossibile con le tre leve della testa  804 RC2 .

Pratica e semplice da inserire è la piastra per l’attacco rapido. La trovo molto più comoda della testa  804 RC2, che invece ho sempre considerato un po’ astrusa e non rapida nell’aggancio.

Trovo molto comodo anche il selettore per la posizione delle gambe. E’ possibile selezionare ben 3 posizioni: la prima per ruotare le gambe di 180° e chiudere il treppiede; la seconda per montare il treppiede con l’altezza massima; la terza per aprile le gambe ed abbassare il baricentro del treppiede.

Nonostante il peso ridotto questo treppiede da proprio l’idea di solidità e robustezza. Esteticamente di presenta anche molto bene, tutto è molto rifinito, in perfetto stile Manfrotto. La mia 6D con il 17-40 è veramente stabile, anche su terreni difficili come le rocce. Sembra quasi ringraziarmi per questo e finalmente portarsi dietro il treppiede non è più una decisione da prendere e da valutare attentamente prima di uscire di casa!

Forse l’unico problema di stabilità potrebbe mostrarsi quando sulla fotocamera montiamo un tele abbastanza lungo e pesante. Ma io attualmente uso il treppiede solo con il grandangolare, quindi questo problema per me non si pone.

Costi e alternative

Il Manfrotto Be Free, compreso di testa a sfera e di sacca a tracolla lo si trova intorno alle € 150,00. Prezzo abbastanza ragionevole per un treppiede che garantisce una portata di 4 kg.

Esiste anche una versione del Manfrotto Be Free in fibra di carbonio, praticamente identica tranne nel peso (Kg 1,1 contro 1,4). Il prezzo però è nettamente più alto, circa € 360,00.

GALLERIA FOTOGRAFICA

 

One Comment

  1. Pingback: Fotografare paesaggi: l’attrezzatura | Giusy Vaccaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.