Guerra e Pace: da Tolstoj alle serie tv

guerra-e-paceNon amo molto le serie tv “seriose”, in genere sono attratta da quelle più ironiche e divertenti, tipo “The Big Bang Theory”, “Modern Family”, “Friends”, ecc… Eppure appena ho saputo della messa in onda di Guerra e Pace non ho saputo resistere e non ho perso nessuna puntata.

Già, Guerra e Pace, tratto dall’omonimo romanzo di Tolstoj, letto a 20 anni, di mia spontanea volontà e mi è pure piaciuto parecchio! A quei tempi ero proprio fissata con la letteratura russa, avevo già divorato I fratelli Karamazov e Delitto e castigo di Dostoevsky, e negli anni a seguire avrei continuato il filone passando anche a Bulgakov.
La vicenda è ambientata appunto in Russia, agli inizi dell’800, durante l’invasione napoleonica e racconta la guerra, quella combattuta in campo, fatta di sanguinose battaglie, schieramenti e strategie, e la pace, quella tra i ricchi palazzi nobiliari che tra balli, intrecci amorosi e discorsi da salotto mi avevano sempre stimolato immagini cinematografiche. Di trasposizioni cinematografiche in effetti ne sono state fatte alcune in passato, tuttavia pensavo che per rendere giustizia alla storia, così lunga ed articolata nelle sue intense 1800 pagine, sarebbe stato più giusto un telefilm (perché allora si chiamavano telefilm e non serie tv).

Mi hanno accontentata, con 20 anno di ritardo, ma forse è stato meglio così, perché guardare un film dopo avere letto un libro regala sempre parecchie delusioni. La serie è andata in onda sul canale sky Laeffe e si è avvalsa di un cast di tutto rispetto che attinge molto dal mondo del cinema. Sono molti i personaggi della vicenda e molti gli intrecci, per cui è difficile individuare un solo protagonista. Ricordo però che leggendo questo romanzo ho imparato un termine che fino ad allora non conoscevo e che viene usato spesso per descrivere il carattere di molti dei protagonisti, ovvero abnegazione. Il tema del sacrificio per il bene altrui e per la morale che deve essere preservata a tutti i costi è tipico del cristianesimo ed è carissimo a Tolstoj.

Tra i personaggi segnalo:

  • Pierre Bezuchov, figlio illegittimo di un conte, che alla morte del padre eredita una immensa fortuna. Pierre non è di bell’aspetto e non ha un fisico atletico, è più uomo più di cultura che di azione, timido ed impacciato, incapace di trovare una realizzazione nella propria vita. Grazie alla sua eredità e al titolo di conte finirà con l’entrare di prepotenza nell’alta società, sposare una bella, ambiziosa ed infedele giovane donna, e continuare imperterrito la ricerca di un senso della propria esistenza. In questa serie è interpretato da Paul Dano,  (Little Miss Sunshine, 12 anni schiavo, Youth – la giovinezza).
  • Il principe Andrej Bolkonskij, migliore amico di Pierre e suo esatto opposto. Di bell’aspetto e di sani principi, sposato e con un figlio in arrivo, generoso e propenso al sacrificio. Eppure anche lui soffre un senso di inquietudine a causa di una vita che gli sta troppo stretta e guidato più dal desiderio di ottenere la gloria decide di partire per la guerra. Al suo ritorno molte cose cambieranno ma il senso di inquietudine continuerà a tormentarlo.
  • Natasha Rostova, giovane e bella contessa, in cerca dell’amore vero. Natasha ama la vita, ha un carattere solare e allegro, le piace cantare e ballare, e regala sempre un sorriso a chi le sta davanti. Ma la sua ingenuità unita al suo romanticismo la renderanno preda facile di inganni che metteranno a dura prova il suo carattere così gioviale. Non stenterete a riconoscere il suo volto, è interpretata dall’ultima Cenerentola del grande schermo.
  • il conte Nikolaj Rostov, fratello maggiore di Natasha, giovane, semplice, animato da spirito patriottico, che nel corso degli anni si trasformerà da ragazzo un po’ sprovveduto ad uomo responsabile.
  • la principessa Mar’ja Bolkonskaja, sorella di Andrej, donna molto religiosa e sottomessa ad un padre autoritario incapace di mostrarle il minimo affetto. Incarna perfettamente lo spirito di abnegazione.
  • Sonja, nipote della famiglia Rostov, innamorata e corrisposta di Nicolaj, ma prontissima a rinunciare a lui per garantirgli ogni felicità. In lei il senso di abnegazione raggiunge l’apoteosi.

Dopo la sua messa in onda della serie tv il romanzo in Inghilterra è arrivato nella top ten dei libri più venduti. Chissà se poi i lettori avranno avuto la pazienza di arrivare fino alla fine della lettura, ma posso assicurare che se questo romanzo ti prende non riesci più a staccartene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.