Innamorarsi della street fotografia – I simboli di Londra

Nonostante siano trascorsi oramai due anni, il viaggio a Londra è uno di quelli che mi è rimasto più impresso e che mi ha regalato maggiori soddisfazioni a livello fotografico. E poi questo viaggio ha riacceso in me l’amore per la street fotografia, uno dei generi fotografici più amati ed apprezzati al mondo, perché è quello che consente di raccontare veramente qualcosa. Letteralmente significa foto di strada, ma per me significa raccontare il mondo che mi circonda a modo mio, con la mia personale interpretazione. Ecco perché le foto di street non sono mai uguali a se stesse.

Londra è una città che offre innumerevoli spunti fotografici. Oltre alle bellezze del luogo si aggiunge una sana e coinvolgente vitalità, ed è quindi impossibile non riuscire a trovare nulla di interessante. Si può spaziare dalle immagini più classiche che rappresentano i simboli della città, a qualcosa di più creativo e originale.

Guardia Reale a Londra

Chi a Londra non ha fotografato le guardie  immobili davanti all’ingresso del Palazzo Reale? Un classico a cui è veramente difficile rinunciare. Ricordo ancora il volto di questo ragazzo, giovane, con gli occhi coperti dall’ingombrante cappello, che ritmicamente ripeteva il suo ciclo di lunghe ed estenuanti pause e movimenti sempre uguali, senza lasciare trapelare nessuna emozione. Anche se a me il suo viso è sembrato malinconico e stanco.

Il Big Ben e i tradizionali autobus rossi a due piani

Una delle tante zone di Londra che mi hanno affascinata è quella del Westminster, ovvero il palazzo del Parlamento, che si affaccia sul Tamigi. Da qui svetta il Big Ben, l’orologio più famoso del mondo, che dall’alto della sua torre mostra l’ora esatta. A lungo ho cercato di immortalare due simboli della città, ovvero il Big Ben e gli innumerevoli bus rossi a due piani che passano continuamente. Anche se l’impresa può sembrare facile, in realtà non lo è affatto, perché c’è sempre qualche elemento di disturbo che difficilmente si armonizza con il resto. Ma la pazienza viene sempre premiata. Wenstminster alla sera con passaggio bus

Sempre davanti il Wenstminster e sempre un bus in movimento. Ma questa volta la scena si svolge di sera. Qui uno dei rarissimi momenti in cui la strada era stranamente libera.

Cabine telefoniche

Eh lo so, ancora un bus, ma stavolta accanto ad un altro simbolo, ovvero la rossa cabina telefonica che oramai rappresenta più un ricordo perché credo che nessuno le utilizzi. Questa è una delle foto che a me piacciono di più, anche se devo ammettere che il gusto personale difficilmente incontra il gusto degli altri. Mi piace perché è ariosa, colorata e viva, e anche perché ho aspettato il momento più giusto.

Artisti di strada

Londra è ricca di artisti di strada che si esibiscono in ogni angolo della città, soprattutto quelli più frequentati dai turisti. Questo artista mi ha incuriosita parecchio, sia per lo strumento che utilizzava, mai visto prima, sia per la location. Di fronte (anche se non si vede) il Tate Modern Museum, alle sue spalle il Millenium Bridge, il Tamigi e la Cattedrale di Saint Paul.

IMG_6810

Passeggiare per Londra la sera è una delle esperienze più belle che si possono fare in questa città, sia perché c’è sempre vita e sia perché le luci creano atmosfere quasi magiche. Eccomi qui, con la fotocamera poggiata su un muretto che almeno per questa occasione non mi ha fatto rimpiangere il treppiedi lasciato a casa, a comporre l’inquadratura migliore per rappresentare il palazzo del parlamento che si riflette sullo specchio d’acqua del Tamigi.

IMG_7488

Ecco questo invece è un caso in cui il treppiede l’ho rimpianto parecchio, mordendomi le mani fino a lasciare segni profondi. Qui purtroppo, al Millenium Bridge, punti di appoggio non ne ho trovati ed ho dovuto scattare a mano libera, alzando le ISO. Va bene che la 6D può osare molto, ma con un’inquadratura fatta da treppiede avrei potuto ottenere una qualità superiore e giocare un po’ di più con le luci.

Leggi tutti i racconti di viaggio a Londra

 

2 Comments

  1. Pingback: Viaggio a Londra: quando andare e cosa vedere | Soulwoman Photo

  2. Pingback: Viaggio a Londra: quando andare e cosa vedere | Giusy Vaccaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.