Corredo fotografico professionale e relativamente economico

Il sogno di ogni fotografo è quello di avere un corredo fotografico completo e professionale, capace di garantire prestazioni altissime ed una qualità eccellente in ogni situazione. Certo sarebbe davvero bello, ma a che prezzo? Sappiamo bene che quando si parla di accessori fotografici i costi non sono sempre alla portata di tutti, figuriamoci se parliamo di accessori professionali!

Tempo fa ho pubblicato un articolo in cui ho spiegato come avere un corredo fotografico completo, economico e di qualità, sfruttando al massimo il miglior rapporto qualità/prezzo che ogni accessorio offre. Non si tratta di un corredo professionale, ma ideale per tutti coloro che vogliono avere qualità senza tuttavia spendere un patrimonio. Quello invece di cui vi voglio parlare oggi è un corredo professionale, ideale per chi con la fotografia vuole ottenere qualcosa di più e magari riuscire pure a lavoraci. Ovviamente il termine “economico” è piuttosto relativo, perché comunque parliamo sempre di cifre alte, tuttavia  facendo delle scelte oculate e precise si può riuscire a risparmiare davvero tanto e portarsi a casa dei veri e propri strumenti di lavoro irrinunciabili, risparmiando qualche cosina.

Quello di cui vi parlerò è, in poche parole, il mio corredo fotografico, costruito nel tempo, poco alla volta, ampiamente provato e con il quale mi trovo oggi più che bene.

LA REFLEX

Canon EOS 6DSarebbe sbagliato pensare che una Full Frame sia migliore di una APS-C, e sarebbe altrettanto sbagliato pensare che una APS-C non possa essere utilizzata per scopi professionali. Tuttavia, per quello che riguarda la mia esperienza personale, mi sento di consigliarvi ad occhi chiusi la CANON EOS 6D, una full frame “entry level” dalle altissime prestazioni, qualità di immagine fantastica, gestione del rumore senza precedenti e tante utility davvero interessanti, come il wi fi, la possibilità di scegliere il numero di scatti per il braketing, il GPS e tanto altro ancora.
Tra le full frame di casa Canon è la più economica e anche la più recente, quindi con una tecnologia più all’avanguardia.

Prezzo: sul web la si trova a partire da € 1.350

Pro: piccola, leggera, qualità al top, gestione del rumore eccezionale.

Contro: solo 11 punti di messa a fuoco. Non è un dramma, ma per determinati usi può essere un limite, anche se facilmente superabile

Alternative: l’alternativa alla Canon 6D potrebbe essere la Canon 5D Mark III, che però costa € 1.000 in più

GLI OBIETTIVI

Quando si parla di obiettivi professionali in casa Canon subito si fa riferimento ai famosi serie L, quelli con la righina rossa per intenderci. Si è vero, sono i migliori, specie su full frame, ma vi dimostrerò che a volte rinunciare alla righina rossa vi farà risparmiare un bel pò di soldini ma non per questo vi deluderà in termini di resa.

Obiettivo tuttofare

Canon ef_24-105 F4 LL’obiettivo tuttofare è quello con il quale, come dice la parola stessa, ci si può fare di tutto. Non è un obiettivo specifico, quindi non eccelle in un determinato contesto, però garantisce affidabilità e alte prestazioni in ogni contesto. Il Canon EF 24-105 F4 L USM è uno di quegli obiettivi con il più alto numero di pareri discordanti: c’è chi lo ama e chi lo odia. Io sono fra quelli che lo amano, specie da quando lo uso su full frame. Sulla 6D ha guadagnato tantissimo, sia in termini di utilizzo (i 24 millimetri reali lo rendono un grandangolare molto pratico), sia in termini di resa (nitidezza, colori e precisione sono fra le sue doti principali che spesso si perdono su reflex APS-C). E’ davvero difficile separare la 6D dal 24-105, sembra quasi che vivano in simbiosi, che comunichino tra loro e che lavorino per dare il meglio. Con questa accoppiata vincente si può tranquillamente iniziare a lavorare: matrimoni e reportage sono ampiamente coperti. Buono anche per paesaggi e ritratti.

Prezzo: Negli ultimi anni il suo prezzo è calato molto, soprattutto perché molti negozi lo tolgono dalla scatola del kit e lo rivendono ad un prezzo piuttosto accessibile. Lo si trova quindi a partire da  € 650. Il kit con la 6D costa in totale € 1.900.

Pro: compatto, leggero, nitido, qualità superlativa, stabilizzatore eccellente.

Contro: soffre di flare se usato in totale controluce; a 24 mm ad F4 vignetta un po’, ma è facilmente corregibile in post produzione

Alternative: l’e alternative sono le 2 versioni del Canon EF 24-70 F4 o F2.8. Il primo costa € 950, il secondo, che è un F2.8, costa € 1700 e non è stabilzzato.

Obiettivo grandangolare

Canon EF 17-40Il grandangolo è un obiettivo veramente affascinante ma non sempre facile da gestire. Utilissimo per paesaggi e per creare inquadrature originali, può regalare veramente tante soddisfazioni.
Il CANON  EF 17-40 F4 L USM è un grandangolo tele wide di serie L davvero ottimo anche se, come tutti gli obiettivi grandangolari, occorre imparare a “domarlo”. E’ un F4 ma questo non è un problema, visto e considerato che spesso lo si utilizza per paesaggi dove solitamente si usano minori aperture di diaframmi .
Preciso, nitido e con un peso abbastanza gestibile (g. 500), è il compagno fedele ed inseparabile di molte escursioni fotografiche.
Questo obiettivo da il meglio di sé  quando lo si usa tra 20mm e 35mm, con un’apertura che va da F8 a F16. Se usato con apertura superiore ad F8 può risultare poco nitido ai bordi.

Prezzo: € 640,00

Pro: nitidezza, colori, peso

Contro: calo di nitidezza ai bordi se usato con apertura maggiore di F8

Alternative:  Se rimaniamo in casa Canon l’alternativa più quotata è il 16-35 F2.8, più luminoso ma con prestazioni più o meno simili e con un prezzo superiore ai € 1.100.

Il Teleobiettivo

Quella del teleobiettivo è stata, almeno per me, una ricerca abbastanza complessa e di cui ho ampiamente parlato in questo articolo. La mia scelta è caduta sul CANON EF 70-200 F4 L USM. Si è ancora una volta un serie L, anche se F4 e pure non stabilizzato. Ma la sua nitidezza, la sua precisione, la sua straordinaria manegevolezza e la qualità eccelsa dei files fanno passare nettamente in secondo piano questi aspetti. Oltretutto, grazie alla grande gestione del rumore sulla 6D, questo obiettivo lo si usa con grande soddisfazione in svariate situazioni. Lavora bene anche a tutta apertura e non sbaglia un colpo! Quindi, a meno che non serva davvero un F2.8 o uno stabilizzatore, perché spendere così tanto quando con circa € 500 ci si porta a casa un vero portento?

Prezzo: € 530,00

Pro: nitidezza, messa a fuoco veloce, peso, versatilità

Contro: nessuno

Alternative: Le alternative sono tutti gli altri modelli del 70-200 sempre di casa Canon: F4 stabilizzato che costa € 950,00; il 2.8 liscio che costa € 1.100,00; il 2.8 stabilizzato che costa € 1.950,00

Fisso da ritratto

Canon EF 85mm f1.8 USMQuando si parla di ritratto una lente fissa è sicuramente l’ideale, in grado di garantire luminosità, ottimo sfuocato e una nitidezza super! Fino ad ora vi ho parlato solo di ottiche serie L, anche se non vi ho mai proposto le primissime scelte che costano quanto una rata del mutuo. Per quanto riguarda i fissi invece farò una eccezione e vi parlerò di due lenti che non sono serie L ma che ci si avvicinano davvero tanto: il CANON EF 85 F1.8 ed il CANON EF  50 F1.4.
Il 50mm è molto adatto per ritratti a mezzo busto mentre l’85mm per primi piani. Sono entrambi molto luminosi e sulla nitidezza e sullo sfuocato non si può assolutamente dire nulla . Guardando le foto anche al 100% non si può che rimanere stupiti di fronte al dettaglio e alla precisione. Non oso immaginare che cosa possono fare le rispettive focali di serie L.

Prezzo: € 300,00 per il 50mm ed € 340,00 per l’85

Pro: nitidezza, peso

Contro: un po’ di purple fring se li si utilizza con diaframmi troppo aperti in controluce

Alternative: se ci riferiamo ai rispettivi serie L sempre Canon ci troviamo di fronte a prezzi come € 1.750,00 per l’85mm e di € 1.250,00 per il 50mm.

Conclusioni

Quello  che vi ho appena esposto è un corredo professionale, con il quale si può tranquillamente lavorare e si è coperti più o meno in tutte le situazioni. Certo poi se volessimo potremmo arricchire il tutto con un supertele tipo 400mm o a salire; oppure con un obiettivo macro. In ogni caso questa è una configurazione piuttosto buona e abbastanza generica, con qualche specificità, che può regalare tantissime soddisfazioni.

Il totale è di € 3.720,00. Non sono pochi, è vero, ma se rapportati ad un corredo fatto di primissime scelte, il prezzo sarebbe nettamente al di sopra. Inoltre ricordate sempre che il corredo fotografico si costruisce nel tempo, poco alla volta. E’ inutile partire subito con tutto il necessario, anche perché è bene capire cosa ci è veramente necessario e cosa invece superfluo. E poi l’attrezzatura fotografica è anche un investimento: se un giorno la volete riverdere, sicuramente qualche cosa la recuperate.

3 Comments

  1. Come sempre, non ti smentisci!! dai sempre consigli alla portata di tutti, effettivamente questa è una buona dotazione !! complimenti sempre – Ignazio (alias “Gnagnà
    )

  2. Anch’io dopo molti anni e molti cambiamenti sono approdato al full frame. La mia scelta e’ caduta sulla 6D, perche’ semplice ma dalle prestazioni ragguardevoli (tenuta agli alti iso, wi-fi, GPS). Come ottiche mi sono dotato di: 16-35 f/2.8 LII, 24-70 f/4.0 IS L e del 70-200 f/4.0 L IS. Penso di avere un corredo professionale abbastanza completo, considerato che il 24-70 offre delle buone prestazioni in macro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.