Presentata la Fuji XT10, mirrorless per foto sportive

 

Fuji non è il classico brand che ogni anno immette sul mercato un numero spropositato di fotocamere più o meno tutte simili, con piccole differenze che servono solo a mettere in crisi l’acquirente e a tenere sempre alto il prezzo di vendita. Al contrario Fuji ha una filosofia molto orientata alla qualità: pochi modelli, curatissimi fin nei dettagli, con innovazioni  molto precise e nette che incarnano veramente il concetto di upgrade e che rendono ogni fotocamera attuale anche dopo diversi anni dalla sua uscita. Ed è proprio con questa filosofia che è stata da poco presentata la nuova Fuji XT10, piccolo gioiello di tecnologia che già fa gola a tanti, me compresa!

E’ stata annunciata come la sorella minore della XT1, che è modello di fascia più alta in casa Fuji, destinata al fotoamatore evoluto ma anche al professionista che desidera una fotocamera compatta e prestante.

Quando ho detto “piccolo gioiello” non ho solo voluto usare una metafora. Perché questa XT10  ha davvero dimensioni molto ridotte, forse la più piccola in casa Fuji con mirino. Ecco uno schema che può aiutare a rendere l’idea:

MODELLO DIMENSIONI PESO
  FUJI XT10 118 x 83 x 41 mm  381 g.
  FUJI XT1 129 x 90 x 47 mm 440 g.
  FUJI X PRO1 140 x 82 x 43 mm 450 g.
  FUJI X E2 129 x 75 x 37 mm 350 g.
  FUJI X100T 127 x 74 x 62 mm 440 g.

Oltre alle piccole dimensioni, che sono sempre ben accette, il vero punto di forza è l’autofocus. Avete presente quando ci lamentavamo della difficoltà di mettere a fuoco soggetti in movimento con tutte le mirrorless sul mercato? Ebbene, dimenticatelo, perché questa fotocamera è stata concepita anche per le foto con soggetto in movimento e foto sportive. Una mirrorless per foto sportive? Si lo so, sembra una di quelle mosse pubblicitarie che promettono mari e monti e poi, all’apparir del vero, deludono su tutti i fronti. Qui invece parliamo di concretezza. Provate a leggere la recensione di Simone Raso e guardate le foto che ha fatto. Stupefacente è dire poco! Anche la resa ad alti iso è impressionante. La tecnologia non finisce mai di stupirmi!

Caratteristiche tecniche

  • Sensore APS-C da 16 megapixel
  • Autofocus a 77 aree
  • Wi Fi
  • Display articolato

Tra le altre note positive segnalo l’ergonomia. Non sarà prestante come quella della XT1 o di una reflex, ma a me sembra più che accettabile e molto pratica.

Leggi scheda tecnica

Non ci (mi) resta che aspettare la sua uscita effettiva sul mercato. Il prezzo di lancio per ora si assesta attorno ai € 700.

7 Comments

  1. Sinceramente non capisco, con tutto il rispetto, come si possa definire al xt-10 una fotocamera adatta allo sport se ha una buffer ridicolo, che la fa piantare dopo pochi scatti. Forse chi scrive non ha mai fatto foto sportive. Tutte le altre recensioni che ho letto mettono giustamente in luce il fatto che la macchina dopo una breve raffica si ferma, e non è possibile scattare nuove foto anche per più di un secondo. Questo, abbinato alla non compatibilità con le SD di nuova generazione più veloci, uccide qualsiasi velleità sportiva. Buona giornata (senza rancore) 🙂

    1. Si è vero, non l’ho mai provata, ma ho visto e letto commenti di utenti che hanno utilizzato la X T10 proprio per fare foto sportive. Nell’articolo ho anche messo un link a questa pagina http://www.ilfotografointrasferta.com/x-t10-benvenuto-futuro/ in cui l’autore l’ha proprio testata sul campo. Con questo non voglio dire che questa fotocamera sia a livello di reflex più performanti e reattive, solo che, rispetto a quanto siamo abituati, questa mirrorless ha fatto davvero notevolissimi passi da gigante.
      Detto ciò il professionista non la userà mai per lavorarci, perché ovviamente c’è di meglio, ma un amatore che ha particolari esigenze, potrebbe trovarla molto utile in ambito sportivo.
      In ogni caso spero un giorno di poterla provare anche io, così faccio una mia recensione personale 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.