Montagne nel Mondo: scatti mozzafiato con l’attrezzatura giusta

Autore: Alessandra Corvi

Cosa non si farebbe per lo scatto migliore! Ed a questo credo centinaia di migliaia di persone del mondo dedicano costantemente parte della propria esistenza, chi a livello professionale chi a livello amatoriale. Ma cercare lo scatto migliore significa anche doversi muovere, spostarsi, scoprire nuove terre e trovare nuovi punti su cui poggiare la propria reflex.

Da questo punto di vista le cime delle montagne hanno sempre regalato “molto materiale” agli appassionati di fotografia. Non esiste montagna che non regali a sua volta un panorama che meriti uno shoot e questo perché le montagne, in ragione di quella che è la loro conformazione, offrono il set fotografico ideale con luce, esposizione ed una posizione rialzata che permette di riprendere soggetti ed oggetti a 360 gradi.

Nel mondo esistono numerose cime che hanno spesso stimolato la curiosità dei grandi fotografi. In alcuni casi si tratta di cime pressoché irraggiungibili come quelle dell’Himalaya, in altri casi si tratta invece di cime più alla portata di mano ma ugualmente straordinarie.

Pensiamo ad esempio alle famose Meteore in Grecia. È forse il posto migliore in Europa per la fotografia di montagna; si tratta di torri di pietra ed arenare che sbucano letteralmente dal terreno e salgono su per diverse decine di metri. L’isolamento delle cime delle meteore ha fatto sì che in passato questi luoghi fossero scelti per la costruzione di eremi e monasteri che popolano le cime delle Meteore e che sono la ricompensa per chi ha il coraggio di scalarle, insieme ad un panorama che offre materiale fotografico sia nel senso orizzontale sia in quello verticale.

Un altro posto eccezionale per la fotografia in arrampicata è il massiccio dell’Andringitra a sud del Madagascar. Qui si trova lo Tsaranoro; si tratta di una vera e propria parete di roccia che sbuca per 300 metri dal verde della vegetazione locale offrendo per 12 mesi l’anno la possibilità di fare arrampicate di vario ordine di difficoltà.

Ogni cima uno scatto, ogni scatto una salita. C’è della fatica da mettere in conto in ognuno di questi percorsi ma il compenso va oltre ogni più rosea aspettativa. Certo la salita di queste cime non si improvvisa. Oltre a farsi seguire da guide locali che conoscono i percorsi più sicuri è necessario attrezzarsi con i materiali giusti sia per l’arrampicata sia per il campeggio laddove ci si fermi a pernottare lungo la strada.

Oggi rispetto a ieri i costi di questa attrezzatura sono notevolmente calati, non da ultimo grazie alla possibilità di potere acquistare su internet a prezzi scontati tutto quello che serve come corde, cordini e fettucce, scarpe da arrampicata, moschettoni e rinvii, discensori, freni per l’assicurazione della posizione e imbragature.

Per quanto riguarda invece l’attrezzatura fotografica, oltre a non far mancare nella nostra borsa il necessaire di cui normalmente ci dotiamo (che è quello con cui ci riesce più “semplice” fotografare), non dovremo farci mancare alcuni componenti tecnici, che sono poi quelli tipici della fotografia sportiva, e che sono indispensabili in certe situazioni.

Componenti come una fotocamera con un servo motore che ci aiuti a tenere a fuoco continuo, indispensabile ovviamente non per la fotografia di oggetti statici come una montagna o un paesaggio quanto invece per catturare soggetti in movimento come uccelli o altri animali selvatici.

In precedenza si faceva riferimento alla semplicità nel fotografare in movimento, o in salita o addirittura in scalata; è un fattore chiave per il successo del nostro book, ed è un fattor che viene favorito in assoluto dall’adozione di lenti ad apertura costante (come quella da 80-200f/ 2,8); questo tipo di apertura ha inoltre il vantaggio di garantire un livello di qualità costante dello scatto realizzato a prescindere dallo zoom imposto.

Alessandra Corvi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.