Fotografare le saline al tramonto

E’ un caldo ed assolato pomeriggio di fine agosto, di quelli in cui l’unica cosa sensata da fare sarebbe buttarsi a mare ed uscire solo dopo il tramonto, ma la sola idea di dovermi immergere anche in un bagno di folla mi fa desistere. In effetti c’è una cosa che mi piacerebbe fare da tanto tempo e forse proprio oggi potrei approfittarne. Qualche anno fa, tra gennaio e febbraio, feci una appagante escursione alle Saline di Trapani, e rimasi piacevolmente colpita dal fascino della natura, dai colori del cielo, dai riflessi sui laghetti di acqua salmastra e dalla presenza di antichi mulini a vento oramai in disuso. Ebbene mi ero ripromessa di fare qualche foto al tramonto, magari durante il periodo estivo, quando è in atto la lavorazione del sale. E allora perché non approfittarne proprio oggi?

Il viaggio in auto scorre abbastanza piacevole, tra buona musica e l’aria condizionata, una delle migliori invenzioni del genere umano. Alle 19 circa arriviamo alle saline e lo scenario mi sembra così diverso da come lo ricordavo. Ci sono piramidi di sale grigio e piramidi di sale bianco, i laghetti hanno un fondale rosa quasi fiabesco e, cosa che non mi piace affatto, non c’è la benché minima traccia di nuvole in cielo. Anzi all’orizzonte c’è quella fastidiosa fascia grigia di umidità che altera tutti i colori e che è praticamente impossibile eliminare in post produzione. Come cambia la natura durante le stagioni. Alla faccia di chi dice che il paesaggio è immutevole nel tempo.

Saline di Trapani e torre di Nubia
Saline di Trapani e Torre di Nubia – Fuji X-E1 + Samyang 12mm

La luce estiva è sicuramente la peggiore per fotografare, e questo lo sapevo già, né mi aspettavo di trovare di meglio. In fondo non mi dispiace questa diversità e la ricerca di nuovi scenari è molto stimolante.

Le saline di Trapani sono distribuite su un territorio piuttosto vasto. La nostra prima tappa è a Nubia, dove svetta la famosa torre e dove è possibile visitare il museo del sale. Quando sono stata qui l’ultima volta era inverno e l’acqua formava un perfetto specchio  dove tutto si rifletteva nitidamente ed era davvero difficile capire la differenza tra realtà e riflesso. Il cielo aveva colori più tenui ma non per questo spenti e la sensazione che provavo era di pace sopra ogni cosa. Oggi di acqua ce ne è poca, il sale abbonda e si vede, ed i colori sono più accesi, più carichi, quasi più gioiosi.

Saline di Trapani
Saline di Trapani – Fuji X-E1 + Samyang 12mm

Successivamente ci spostiamo alla ricerca di un luogo migliore dove potere ammirare il tramonto e con l’auto arriviamo praticamente all’ingresso delle saline, davanti al centro WWF, dove troneggia un grande mulino a vento e dove un’enorme vasca di acqua dai colori rosei mi da l’impressione di trovarmi sulla luna. E’ veramente una sensazione surreale, disturbata solo dalla presenza di altri esseri umani che come me vogliono immortalare questo momento così particolare. Tento di fotografare quello che vedo ma è come se il sensore della fotocamera non fosse in grado di restituirmi le stesse emozioni. Ad un certo punto una signora dice alla figlia “Questa è una luce da ammirare con gli occhi e non con la macchina fotografica”. Quanto ha ragione.

Saline di Trapani, centro WWF
Saline di Trapani, centro WWF – Fuji X-E1 + Samyang 12mm

Il sole va via e con lui anche gli spettatori. Resto così da sola ad ammirare la lune piena che sorge esattamente dalla parte opposta e le luci dei lampioni che si riflettono sull’acqua. Ecco, era questa la sensazione di pace che cercavo e che desideravo trovare. Ed anche se ci sono ancora 30 gradi nonostante siano già le 20,30, anche se l’umidità rende tutto abbastanza poco sopportabile, mi consolo con la prospettiva di mangiarmi un bel piatto di Cous Cous di pesce a Trapani!

 

4 Comments

  1. Pingback: Viaggi ed escursioni fotografiche in Sicilia | Soulwoman Photo

  2. Pingback: Viaggi ed escursioni fotografiche in Sicilia | Giusy Vaccaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.