Inquadrature ed ottiche per i ritratti

Il ritratto è indubbiamente uno degli aspetti più affascinanti della fotografia. Riuscire ad immortalare un’espressione, un sentimento, uno stato d’animo, uno sguardo, un’azione arricchisce molto di più chi sta dietro l’obiettivo che chi ci sta davanti.

Esistono diversi modi di approcciarsi al ritratto, ognuno legato al tipo di risultato che vogliamo ottenere. Un elemento che davvero ci aiuta a raggingere il nostro risultato sono le inquadrature. Esistono diversi tipi di inquadrature tradizionali, che vi vado ora ad esporre, con l’ausilio di qualche esempio e con le ottiche consigliate. Ma ovviamente voi potete personalizzarle, trasgredirle o addirittura fregarvene a vostro piacimento. Dopotutto stiamo parlando di arte!

FIGURA INTERA (O CAMPO LUNGO)

Il soggetto è inquadrato interamente, dalla testa ai piedi. Questo genere di inquadratura viene spesso utilizzato nelle foto di moda (dove è importante fare vedere l’abito che la modella sta indossando) ed in tutte quelle circostanze in cui occorre mostrare tutta la figura della persona. Viene anche utilizzato per contestualizzare il soggetto nell’ambiente circostante.

mod01

Ottiche consigliate

  • 24 mm
  • 28 mm
  • 35 mm

PIANO AMERICANO

L’inquadratura parte dalle ginocchia o dalla metà della coscia ed è così chiamato perché veniva spesso utilizzato nelle scene di duelli nei film western, per mettere in risalto il cinturone con le pistole.
Come per la figura intera, anche in questo caso si vuole dare risalto alla contestualizzazione e alla posa del soggetto, ma con un maggiore risalto per la persona che viene ripresa un po’ più da vicino.

gre04

Ottiche consigliate

  • 35 mm
  • 50 mm

PIANO MEDIO

Questo tipo di inquadratura parte dalla vita in su. Qui la l’inquadratura comincia a stringersi, l’ambiente circostante si nota meno ed il soggetto occupa una maggiore porzine del nostro fotogramma.

Ottiche consigliate

  • 50 mm
  • 85 mm

MEZZOBUSTO

Come dice la parola stessa, l’inquadratura parte a metà del busto, ovvero a metà tra l’ombellico e la base del collo. A questo punto lo sfondo comincia a diventare molto meno rilevante, quasi a fare da cornice e nulla più. L’espressione del viso comincia a prendere maggiore spazio.

rit01

Ottiche consigliate

  • 50 mm
  • 85 mm

PRIMO PIANO

L’inquadratura parte dalle spalle o da sotto il mento e si concentra sul viso della persona. In questo caso il soggetto viene isolato dal contesto che spesso viene sfuocato per dare maggiore risalto all’espressione del viso, al taglio dei capelli, allo sguardo.

rit04

Ottiche consigliate

  • 50 mm
  • 85 mm
  • 135 mm

PRIMISSIMO PIANO

Viene anche definito un ritratto molto intimo, perché si tratta di un’inquadratura del volto molto ravvicinata, che a volte taglia anche il mento, il capo, le orecchie. Viene utilizzato quando si vuole davvero mettere in risalto l’espressione di una persona.

Ritratto primissimo piano

Ottiche consigliate

  • 50 mm
  • 85 mm
  • 135 mm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.